Greenaccord – Press & Communication Office

Per ulteriori informazioni e richiesta di interviste, contattare Romina Gobbo, responsabile comunicazione: comunicazione@greenaccord.org

Emergenza climatica all’ultima chiamata A Rieti il XII Forum Internazionale di giornalismo ambientaleClimatic Emergency last call – Rieti hosts the XII International Forum of Environmental Journalism

Alla vigilia del cruciale appuntamento della Conferenza sul Clima COP21 di Parigi, l’associazione Greenaccord Onlus organizza il XII Forum internazionale dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura per approfondire i temi che saranno oggetto del confronto tra le diverse delegazioni di Stati. Tre giorni di lavori e decine gli esperti provenienti da tutto il mondo

Rieti, 5 novembre 2015 – Il conto alla rovescia in vista della Conferenza mondiale sul Clima COP21 di Parigi è ormai iniziato: mancano pochi giorni all’appuntamento considerato da tutti gli osservatori cruciale per il futuro dell’umanità. Per questo, Greenaccord chiama a raccolta climatologi, analisti, politici, economisti, esperti di sostenibilità e, insieme a loro, cento giornalisti ambientali, per il XII Forum Internazionale dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura, che quest’anno sarà ospitato all’interno dello splendido Teatro Vespasiano di Rieti dal 18 al 20 novembre. Simbolico il titolo scelto per l’edizione 2015: “Clima: ultima chiamata”.

“Tre giorni di relazioni di altissimo livello – spiega il presidente di Greenaccord Onlus, Alfonso Cauteruccio – pensate per offrire la possibilità agli operatori dei media di approfondire un tema di scottante attualità come quello del surriscaldamento globale e dei cambiamenti climatici attraverso un confronto qualificato con i massimi esperti mondiali. Le decisioni che dovranno essere prese a Parigi sono troppo importanti per lasciare che possano essere sottovalutate: se non si riuscirà a trovare un accordo che limiti la crescita della temperatura media globale è a rischio l’esistenza stessa di intere popolazioni. Con il Forum vogliamo quindi dare il nostro contributo ad innalzare il livello di preparazione dei giornalisti e fornire loro materiali utili per seguire i lavori della COP21 di Parigi. Abbiamo scelto Rieti che non è solo il centro d’Italia (Umbilicus Italiae), come recita orgogliosamente una lapide plurilingue posta su un edificio della piazzetta san Rufo, ma un ambiente nel quale l’intervento dell’uomo è limitato: qui è ancora possibile avere un rapporto stretto con gli elementi naturali. I boschi, i laghi, il fiume, la montagna, sono pressoché incontaminati”.

Il programma dei lavori del XII Forum, organizzato con il Comune di Rieti, la Regione Lazio, il Ministero dell’Ambiente, il Ministero degli Affari Esteri e la Fondazione Varrone, punta quindi ad assicurare una panoramica  esaustiva dei tanti aspetti connessi con il climate change e dei possibili effetti a livello economico, sociale, ambientale, agricolo e geopolitico. Tra i relatori che interverranno: Jean-Pascal van Ypersele, vicepresidente dell’IPCC (l’organismo delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico); Zbigniew W. Kundzewicz, esperto di desertificazione della Polish Academy of Sciences; Hans Joachim Schellnhuber, director of the Potsdam-Institute for Climate Impact Research ; David R. Easterling, del National Climatic Data Center; Riccardo Valentini, CMCC, Centro Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici.

Una delle giornate del Forum è co-organizzata con la Santa Sede (Pontificio Consiglio per la Famiglia) allo scopo di proporre delle analisi sul contributo di scienza e religioni alla causa ambientale e sulla finanza responsabile, partendo dalla recente enciclica “Laudato si’” di Papa Francesco e per approfondire il ruolo che le famiglie possono ricoprire per il cambio di stili di vita in funzione di una loro maggiore sostenibilità ambientale.

Al Forum Internazionale Greenaccord 2015 è connesso il conferimento del Premio giornalistico “International Greenaccord Media Award” che sarà attribuito ad una testata nordamericana, segnalata dalla rete di giornalisti di Greenaccord, che si è distinta nella comunicazione ambientale. Oltre ai cento giornalisti provenienti da diversi Paesi europei e extraeuropei, al Forum prenderanno parte gli studenti di alcune Scuole superiori reatine per un itinerario di formazione ambientale.

Le sessioni di lavori sono state riconosciute valide dall’Ordine dei Giornalisti per la formazione professionale. Per i giornalisti che vi prenderanno parte, previa iscrizione sul sito S.I.Ge.F (www.sigef-odg.lansystems.it), verranno riconosciuti 8 crediti.

I comunicati stampa, in italiano e inglese, immagini e quanto utile al lavoro dei giornalisti sarà pubblicato, duranti i lavori, in tempo reale sul sito internet www.greenaccord.org e sulla cartella

https://www.dropbox.com/sh/70fgjkkfxfmblkv/AAAwZ1vFMi0aWwEwJqn4TSjja?dl=0

On the eve of the crucial meeting about the COP21 Climate Conference in Paris, the association Greenaccord Onlus organizes the XII International Forum on the Protection of Nature to explore those themes that will be compared by the different delegations of States. Three days of work and dozens of experts from all over the world.

The countdown to the World Conference Climate COP21 in Paris is starting now: few days to this crucial appointment for the future of humanity. For this reason, Greenaccord summons climatologists, analysts, politicians, economists, sustainability experts and, together with them, a hundred of environmental journalists, for the XII International Forum on the Protection of Nature, that this year will take place at the interior of the beautiful Vespasiano Theatre of  Rieti  November 18th to 20th. Symbolical the title chosen for the 2015 edition: “Climate: last call”.

“Three days of reports at the highest level – says the president of Greenaccord Onlus, Alfonso Cauteruccio – planned to offer the possibility for media operators to improve a highly topical issue such as global warming and climatic changes through a comparison with qualified world’s leading experts. The decisions that must be made in Paris are too important to leave that can be underestimated: if we fail to reach an agreement limiting the growth in average global temperature, the very existence of entire populations will be at risk. With this Forum we therefore  make our contribution raising the level of training of journalists and provide them with useful materials to follow the proceedings of the COP21 in Paris. This year our Forum chose Rieti, that is not just the center of Italy (Umbilicus Italiae), as stated proudly in a multilingual plaque on a building in San Rufo Square, but an environment in which human intervention is limited: here you can still have a close relationship with the natural elements. The many woods, the lakes, the rivers, the mountains, are not only places of immense beauty but also untouched.”

The agenda of the XII Forum, organized by the Municipality of Rieti, the Lazio Region, the Ministry of Environment, the Ministry of Foreign Affairs and the Fondazione Varrone, therefore aims to provide a comprehensive overview of many aspects related to climate change and the possible effects in the economic, social, environmental, agricultural and geopolitical field. Among the speakers will be: Jean-Pascal van Ypersele, vice president of the IPCC (the UN entity on climate change); Zbigniew W. Kundzewicz, desertification expert of the Polish Academy of Sciences; Hans Joachim Schellnhuber, of the CBE Potsdam Institute for Climate Impact Research; David R. Easterling, of the National Climatic Data Center; Riccardo Valentini, CMCC, Mediterranean Center on Climate Change.

One of three days of the Forum is co-organized with the Santa Sede (Pontifical Council for the Family) in order to offer analysis on the contribution of science and religion to the environmental cause and responsible finance, starting with the recent encyclical “Laudato si” of Pope Francis and to investigate the role that families can play to change their lifestyle in terms of their greater environmental sustainability.

The International Forum Greenaccord 2015 is connected to the award of journalism “Greenaccord International Media Award” that will be attributed to a North American news organization, signaled from the network of journalists Greenaccord, who excelled in environmental communication. In addition to a hundred of journalists from various European and non-European countries, students from some local High Schools will take part at the Forum for an itinerary of environmental training.

These sessions of work have been accepted as valid training by the Order of Journalists. For journalists who will take part, after registration on the site S.I.Ge.F (www.sigef-odg.lansystems.it), will be recognized 8 credits.

The press releases, in Italian and English tongue, pictures and how useful to the work of journalists will be published, during the work, on the website in real time www.greenaccord.org

https://www.dropbox.com/sh/70fgjkkfxfmblkv/AAAwZ1vFMi0aWwEwJqn4TSjja?dl=0

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x