Che cos'è Greenaccord

Greenaccord è un’Associazione Culturale, di ispirazione cristiana e senza fini di lucro, nata per stimolare l’impegno di tutti gli uomini e le donne di qualsiasi credo e confessione religiosa, sul tema della salvaguardia della natura.

Greenaccord propone una serie di forum nazionali ed internazionali rivolti a tutti i professionisti dell’informazione allo scopo di sollecitare una riflessione laica ed approfondita attraverso un dibattito continuativo sul ruolo e la responsabilità del giornalista nei confronti delle tematiche ecologiche.

Infatti mai come oggi l’odierno sistema mediatico, attraverso il suo possente apparato di rappresentazione del mondo e di descrizione della “realtà”, influenza l’identità, il linguaggio, il pensiero, i valori condivisi, la memoria storica, i comportamenti individuali e sociali. Perciò nasce l’idea di coinvolgere i giornalisti nella loro funzione di opinion maker, ripensandone il ruolo e la responsabilità sociale.

I Forum hanno l’intento generale di “formare i formatori” cioè di sviluppare un discorso che si allarghi dalla semplice sfera deontologica professionale del giornalista a quella etico-sociale.

L'importanza di Greenaccord

I Forum di Greenaccord sono tra i pochi eventi su materie ambientali a livello mondiale concepiti e realizzati con la finalità di raggiungere il mondo dell’informazione.

Hanno l’0biettivo di offrire ai giornalisti la possibilità di conoscere e confrontare le più attuali esperienze scientifiche, istituzionali ed aziendali, volte ad una sostenibilità ambientale che veda in prima linea un nuovo cittadino più consapevole ed informato, grazie alle iniziative attivate dalle principali Associazioni di settore e da tutte quelle imprese che fanno del loro impegno ecologico un’importante esempio da condividere.

Questa fondamentale unicità dell’evento permette di contribuire a formare la stampa specializzata, che potrà avvalersi delle occasioni di incontro che Greenaccord propone gratuitamente per un costante confronto ed aggiornamento.

Titolarità di Greenaccord

ll Greenaccord Media Forum è ideato e realizzato con l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed il patrocinio di: Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero degli Affari Esteri, Enaj (European Network of Agricultural Journalist), Consiglio Nazionale Ordine dei Giornalisti, Federazione Nazionale Stampa Italiana, Istituzioni (Regioni, Province e Comuni) che insistono sul territorio interessato.

La storia

Dal 2003 ad oggi GA ha realizzato 15 Forum rivolti alla stampa di tutto il mondo e 14 Forum dedicati alla formazione della stampa nazionale con l’obiettivo di stimolare una riflessione laica e approfondita sul ruolo e la responsabilità del giornalista nei confronti delle tematiche ecologiche.

In questi anni di attività GA ha ottenuto i patrocini di:

a livello internazionale
UNEP, RUNIC (ONU), UNESCO, FAO, Presidente dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa; National Geographic Tv, Enaj, China Biodiversity Conservation and Green Development Foundation

a livello nazionale
Alto Patronato del Presidente della Repubblica; Ministero Affari Esteri, ministero dell’Ambiente, Senato, Regione Lazio, Regione Toscana, Regione Campania, Regione Lombardia, Provincia di Roma, Provincia di Firenze, Provincia di Napoli, Provincia di Siena, Provincia Autonoma di Trento, Comuni di Napoli, di Firenze, di Pistoia, di Cuneo, di Rapolano Terme, di Frascati e di Monteporzio, ISPRA Ambiente, Federforeste, Carabinieri Forestali

e delle Associazioni di categoria come:
Consiglio Nazionale Ordine dei Giornalisti, Federazione Nazionale Stampa Italiana, Rai News 24, Federazione Italiana Settimanali Cattolici, Unione Stampa Cattolica Italiana, Segretariato Sociale Rai, Associazione Scuola Giornalisti di Perugia

e la partecipazione e la collaborazione di Associazioni ambientaliste come:
Worldwatch Institute, Green Belt Movement, Consiglio Mondiale dell’Acqua, WWF, Greenpeace, Legambiente.

Grazie alla sua attività di formazione dal 2003 ad oggi Greenaccord ha costruito una rete di oltre 900 giornalisti di cui 500 provenienti da Paesi stranieri quali: Spagna, Germania, Lettonia, Romania, Ungheria, Turchia, Serbia, Macedonia, Bosnia, Russia, Filippine, Bangladesh, India, Pakistan, Cina, Taiwan, Sri Lanka, Stati Uniti d’America, Canada, Uruguay, Colombia, Brasile, Perù, Bolivia, Argentina, Jamaica, Mauritania, Ghana, Burundi, Camerun, Zambia, Sudafrica, Australia, ecc.
Nel corso di tutta la sua attività Greenaccord ha complessivamente ospitato e realizzato il suo programma di formazione ambientale con oltre 2000 giornalisti.

GA ha ospitato, tra le altre, le autorevoli testimonianze di: lo scrittore cileno Luis Sepulveda; Dr. Lester Brown, Presidente dell’Istituto Politica della Terra (USA); Prof . Jonathan Lash, Presidente del World Resources Institute, Washington D.C.; Dr. Caleb M. Fundanga, Governatore della Banca dello Zambia, Advisory Committee the African Economic Research Consortium (AERC) Africa; Prof. Serge Latouche, Prof. di Scienze Economiche alla XI Università di Parigi; Prof. Wangari Maathai, Presidente del Green Belt Movement e Premio Nobel 2005 per la Pace; Loïc Fauchon, Presidente del Consiglio Mondiale dell’Acqua; Sen. Renzo Gubert, Vice Presidente Commissione Ambiente, Agricoltura e Affari locali e regionali dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’ Europa; Dr. Hartwig De Haen, Assistente Direttore Generale, Dipartimento Economico e Sociale FAO, Prof. Michael Renner; Worldwatch Institute (Washington, D.C.); Prof. Mathis Wackernagel, Fondatore del Global Footprint Network; William Rees, economista; Robert Costanza, economista; Zygmunt Bauman, sociologo; Jeffrey Sachs, Direttore dell’Earth Institue; Friederich Hinterberger, Direttore Scientifico e Presidente Sustainable Europe Research Institute – SERI; Paul Connett, creator of Zero Waste strategy; Fritjof Capra, Direttore del Center of Ecoliteracy; Hunter Lovins, Presidente del Natural Capitalism Solutions; William Becker, Direttore del Presidential Climate Action Project (USA); Frederick Charles Dubee, Direttore del China Biodiversity Conservation and Green Development Foundation; Fabian Capitanio, docente di Economia e Politica Agraria all’Università Federico II di Napoli); Felipe Camargo, Rappresentante Regionale per il Sud Europa UNCHR; Ambrogio Spreafico,Vescovo di Frosinone – Veroli – Ferentino; Fabio Fabene, Sottosegretario del Sinodo dei Vescovi; Fabiano Longoni, Direttore UNPSL CEI; Angelo Romano, Incaricato Teologia Pontificia Università Urbaniana; Carlo Ratti, Professore al MIT di Boston; Massimo Comparini, AD di E-Geos/Telespazio; Roberto Battiston, Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana; Maurizio Rossi, FounderCoCEO H-FARM member of KelloggInnovation Network, member of Future.io, member of Vatican Art Technology Council, board of Science Gallery Venice; Giorgio Ventre, Dir. Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione dell’Univ. degli Studi di Napoli Federico II, Direttore Scientifico della iOS Developer Academy; Lorenzo Maternini, Vice President Corporate & Partner Relations Talent Garden; Maurizio Pignone, Istituto Nazionale di Geofisica e di Vulcanologia; William S. Becker, direttore esecutivo del Presidential Climate Action Project; Bruno Ratti, presidente del Geoknowledge Foundation; Ivan Faiella, senior economist di Banca d’Italia; Enrico Giovanni, ordinario di Statistica economica all’università Tor Vergata di Roma, ex presidente Istat e ministro del Lavoro; Andrea Baranes, presidente della Fondazione Finanza Etica; Antonio Cammisecra, amministratore delegato di Enel Green Power; Robert Costanza, docente di Economia ecologica all’Università Nazionale Australiana; Fritjof Capra, fondatore e direttore del Center for Ecoliteracy; Jinfeng Zhou, segretario generale della China Green Development Foundation; Sergio Baffoni, coordinatore della campagna foreste per l’Environmental Paper Network; Salina Abraham, Youth Coordinator, Global Landscapes Forum; Davide De Laurentis, vicecomandante Unità forestali ambientali e agroalimentari dei Carabinieri; Teresa Muthoni Maina Gitonga, coordinatrice dell’International Tree Foundation; Andrey Laletin, presidente di Friends of the Siberian Forests; Woro Supartinah, Rappresentante e responsabile comunicazione del Network for Riau Forest Rescue in Indonesia; Douglas McGuire, Coordinatore tutela e ripristino della Foresta e del Paesaggio della FAO; Katharina Seuser, già Presidente dell’European Network of Agricultural Journalists; Giuseppe Scarascia Mugnozza, Professore ordinario di Selvicoltura ed Ecofisiologia forestale dell’ Università della Tuscia; Lorenzo Baldisseri, Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi; Renato Mazzoncini, Professore Politecnico di Milano; Emilio Misuriello, Amministratore Delegato di Esri Italia; Giovanni Verga, Presidente del Collegio degli Ingegneri e Architetti di Milano; Guido Fabbri, Co-founder & CMO Geosmartcampus; Laura Aria, Direttore Generale per gli Incentivi alle Imprese del Ministero dello Sviluppo Economico; Giulio Lo Iacono (ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile); Giulia Di Tommaso (ChiefCommunication&SustainabilityOfficer Ferrero); Gabriele Ferrieri, presidente ANGI – Associazione Nazionale Giovani Innovatori; Pierluigi Malavasi, Direttore Alta Scuola per l’Ambiente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore; Paolo Strano, Presidente Semi di Libertà Onlus; Beatrice Lorenzin, ex Ministro della Salute e deputata; Livio de Santoli, Prorettore alle politiche energetiche “Sapienza” Università di Roma; Edison Barbieri, Professore all’Università dello Stato di San Paolo in Brasile e membro di EcoOne; Rosana Pinheiro, Biologa e specialista ambientale e project manager – ConXsus – Sustainable Connections Brasile; Rafael Padilha, giurista e umanista dell’Università di Vale do Itajaì dal Brasile; Laurent Mazas, direttore esecutivo del Cortile dei Gentili; Francesca Casella, direttrice della sede italiana di Survival International; Paolo Maria Braghini, Missionario cappuccino in Amazzonia; Rosanna Virgili, Teologa presso la Pontificia Università Lateranense; Alessandra Turrisi, Giornalista di Avvenire; Cecilia Costa, Docente di Sociologia Università Roma Tre; Elisabetta Guidobaldi, Giornalista, Capo Servizio ANSA; Pippo Onufrio, Direttore Greenpeace; Angela Caponnetto, Giornalista Rainews; Alessandra Bailo Modesti, Head, Green Cities Area – Fondazione per lo sviluppo sostenibile; Nunzia Taraschi, Antropologa, aspetti culturali Sextantio; Giuseppe Amato, Direttore UPSL della Diocesi di Cefalù; Max Paiella, conduttore televisivo e artista; Maurizio Gronchi, Ordinario di Cristologia alla Pontificia Università Urbaniana; Domenico Gaudioso, già Dirigente Ispra; Lucia Capuzzi, giornalista di Avvenire; Giuseppina Paterniti Martello, Direttore TG3; Antonio Cianciullo, giornalista de la Repubblica.

Pubblicazioni

Nel Settembre 2008 è stato pubblicato, per i tipi di Ancora Editrice, il volume La terra è casa tua. Consigli pratici per un vivere sostenibile, curato da Andrea Masullo (Ancora Editrice, Milano 2008, € 12,00). In ottobre 2005 è stato pubblicato, per i tipi della EMI (Bologna 2005), il volume degli atti del 2° Forum Internazionale per la Salvaguardia della Natura, tenutosi a Rapolano Terme (SI) dal 2 al 5 novembre 2004. Il volume dal titolo Economia e Ambiente. La sfida del terzo millennio, contiene i testi delle relazioni di Lester Brown, Caleb Fundanga, Jonathan Lash, Serge Latouche, Joan Martinez Alier, Andrea Masullo, Ignazio Musu e Mathis Wackernagel (Edizioni EMI, Bologna 2005, pp. 170, € 10,00). In giugno 2005 sono stati stampati in proprio gli atti della Giornata di Studio “No food: agricoltura di frontiera”. L’opuscolo riporta gli interventi di: Franco Pasquali, Alessandro Bozzini, Franco Miglietta, Davide Pettenella, Mario Malinconico, Luca Marcora, Luca Bellotti, Andrea Masullo.

Riconoscimenti

Con decreto n. DEC/RAS/578/2007 emesso in data 31 maggio 2007 e con personale apprezzamento del Ministro dell’Ambiente, On. Pecoraro Scanio, l’Associazione Cuturale Greenaccord è stata ufficialmente riconosciuta tra le Associazioni di protezione ambientale di cui all’art. 13 della legge 8/7/1986, n. 349 e successive modificazioni.

Il riconoscimento è visibile sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n.140 del 19-6-2007al link: www.gazzettaufficiale.it
Dall’ottobre 2014 l’Associazione è stata riconosciuta Ente Terzo Formatore Autorizzato per conto del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti.