Greenaccord – Press & Communication Office

Per ulteriori informazioni e richiesta di interviste, contattare Romina Gobbo, responsabile comunicazione: comunicazione@greenaccord.org

Cuneo 13 Ottobre ore 12 – Conferenza Stampa Forum GreenaccordPress Conference Media Forum

PEOPLE BUILDING FUTURE:  MEDIA, DEMOCRAZIA E SOSTENIBILITA’

Anche nel 2011 Cuneo ospita il Forum internazionale Greenaccord per la Salvaguardia della Natura. Nel Salone d’Onore del Palazzo Comunale la conferenza stampa di presentazione.

Tema della nona edizione: il rapporto tra informazione, democrazia e sostenibilità.

Il Forum internazionale dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura, organizzato all’associazione Greenaccord, torna a Cuneo dal 19 al 22 Ottobre 2011. E per la nona edizione, ha scelto un tema complesso ma estremamente attuale: il rapporto tra media, democrazia e sostenibilità.

SAVE THE DATE: Cuneo, 13 October 2011

PEOPLE BUILDING FUTURE: MEDIA, DEMOCRACY AND SUSTAINABILITY

In 2011, once more Cuneo plays host to the International Greenaccord Forum on the Protection of Nature. The City Hall’s Grand Salon will be the setting for the press conference presenting this new edition, the ninth. The focus this year: the relationship between information, democracy, and sustainability.

La nuova edizione del Forum e il programma dei lavori sarà presentata in una conferenza stampa il 13 Ottobre alle ore 12, presso il Salone d’Onore del Comune di Cuneo, con la partecipazione del Sindaco di Cuneo, Alberto Valmaggia, del Presidente della Provincia di Cuneo, Gianna Gancia, del Sindaco di Alba Maurizio Marello, del Sindaco di Saluzzo, Paolo Allemano, del presidente Greenaccord Piemonte, Antonio Bertolotto e del presidente del Comitato Scientifico di Greenaccord, Andrea Masullo.

Il Forum, che quest’anno vedrà la partecipazione di oltre cento giornalisti da 40 Paesi, concentrerà l’attenzione sulla necessità di una evoluzione della democrazia per aprire la strada a nuove forme di partecipazione dell’opinione pubblica. Soluzioni che possano coinvolgere i cittadini non solo al momento del rinnovo di Parlamenti e istituzioni locali ma anche, e soprattutto, per ascoltare il loro punto di vista nelle grandi decisioni collettive. Nelle solide democrazie rappresentative, infatti, i decisori politici, che puntano alla rielezione nel breve periodo, non riescono ad adottare scelte a lungo termine, soprattutto se queste richiedono sacrifici ai cittadini elettori in tempi rapidi e che possono provocare quindi un calo di consensi. Da qui la necessità – sostenuta da gran parte dei politologi ed economisti – di costruire una partecipazione dal basso che con forza spinga la politica a fare scelte difficili su temi cruciali: il rapporto tra mercato e diritti, la tutela delle risorse naturali, la gestione dei beni comuni, le abitudini e gli stili di vita.

Un cambiamento epocale, che alcune istituzioni internazionali nel mondo stanno già tentando, e che richiede un’assunzione di responsabilità anche per gli operatori dei media, il cui ruolo diventa sempre più cruciale e delicato. Un cambio di paradigma, inevitabile, di fronte alle crisi ambientali, alimentari ed energetiche e all’attuale lungo periodo di recessione economica.

*Durante i lavori del FORUM Internazionale di Cuneo, visita la nostra photogallery su FLICKR

http://www.flickr.com/photos/greenaccord/ , un servizio per i colleghi giornalisti che potranno scaricare le immagini in alta definizione caricate in tempo reale durante i lavori. Cliccando destro sull’immagine, sarà possibile scaricare la foto nella definizione gradita

* Per i giornalisti interessati, l’ufficio stampa può fornire PRESS KIT VIDEO in qualità broadcast con coperture ed interviste

*SEGUI I LAVORI IN DIRETTA STREAMING SUL SITO WWW.GREENACCORD.ORG

The International Media Forum on the Protection of Nature, organized by the Greenaccord Association, returns to Cuneo from the 19th to the 22nd of October, 2011. The current edition, the ninth, will focus on a complex but very stringent topic: the relationship between media, democracy, and sustainability.

The new edition of the Forum, and its full program, will be presented during a press conference on the 13th of October, at 12PM, in the Grand Salon (Salone d’Onore) of the Cuneo City Hall, in the presence of the Mayor of Cuneo, Alberto Valmaggia, of the President of the Province of Cuneo, Gianna Gancia, of the Mayor of Alba, Maurizio Marello, of the Mayor of Saluzzo, Paolo Allemano, of the Chairman of Greenaccord for Piedmont, Antonio Bertolotto, and of the Chairman of Greenaccord’s Scientific Committee, Andrea Masullo.

This year, over one hundred journalists from 40 countries will attend the Forum. The participants’ attention will be focused on the need for democracy to evolve, opening new pathways to the participation of public opinions in the global forum. Solutions must be found to enable citizens to take part not merely in the selection of parliament and local authority members, but also, most importantly, for their points of view to influence the negotiation and direction of public policies. In our consolidated representative democracies, it is often noted, politicians and legislators, preoccupied with their re-election plans, are incapable of taking long-term decisions, especially where the latter require short-term sacrifices from the electorate and may, therefore, imply a loss of public consensus. Consequently, there is a present need – felt by the great majority of scholars in the political and economical fields – to build a bottom-up participatory movement capable of driving the political sphere towards difficult choices on such crucial topics as the interplay of the free market with human rights, the protection of natural resources, the management of common goods, the transformation of habits and lifestyles.

An attempt to undertake such an epochal change is already underway among some international institutions. A process which will also require the participation of media operators, who must look at their crucial, sensitive role with a newfound sense of responsibility. A paradigm change which is inevitable, as we face the current environmental, food and energy crises, in the midst of a prolonged period of economic recession.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x