Greenaccord – Press & Communication Office

Per ulteriori informazioni e richiesta di interviste, contattare Romina Gobbo, responsabile comunicazione: comunicazione@greenaccord.org

La Giornata dell’Ambiente a NapoliLa Giornata dell’Ambiente a Napoli

Il 18 febbraio sarà la giornata dedicata dalla Diocesi all’ambiente, nell’ambito del Giubileo per Napoli, che a febbraio verte sui temi della vita, della salute, dell’ambiente e dell’accoglienza. Per questo motivo, alle 18 nel Salone arcivescovile,  verrà presentato il progetto per il calcolo dell’Impronta ecologica su un campione di famiglie napoletane, voluto dal cardinale Sepe e attuato, attraverso l’Ufficio per la Salvaguardia del creato, diretto da don Tonino Palmese e quello di Pastorale familiare diretto da don Salvatore Candela. L’iniziativa è proposta da Greenaccord associazione culturale nazionale che promuove la salvaguardia del creato ed è sostenuto dalla Fondazione Banco di Napoli.

Text available only in Italian

Obiettivo principale del progetto è l’assunzione da parte delle famiglie di un ruolo guida nella diffusione di stili di vita responsabili e coerenti con l’invito alla sobrietà, attraverso il calcolo dell’impronta ecologica, un parametro ambientale che esprime quanta superficie occupiamo e quante risorse del pianeta sfruttiamo. Il progetto permetterà anche di avere un quadro chiaro delle inefficienze e dei possibili cambiamenti attuabili per un uso più intelligente dell’energia e dei beni di consumo.

Sono già numerose le famiglie disposte a partecipare al progetto che consiste nella stesura di un Diario dei consumi per 18 mesi. Le informazioni di base che verranno richieste riguardano:

  • Informazioni generali sul nucleo familiare (componenti, età, attività, ecc.)
  • Informazioni sulla casa (tipologia edilizia, esposizione, dimensioni, infissi, isolamento, ecc.)
  • Informazioni sulle dotazioni tecniche (tipo di riscaldamento, illuminazione, elettrodomestici con relativa classe di efficienza energetica, altre apparecchiature)
  • Dati delle bollette energetiche (elettricità, gas, carburanti, altro)
  • Abitudini alimentari e orientamenti sugli acquisti
  • Altri consumi (vestiario, libri e riviste, cosmetici, elettronica, ecc.)
  • Trasporto quotidiano/vacanze: km percorsi, mezzi utilizzati (caratteristiche)
  • Rifiuti: produzione/smaltimento

L’elaborazione dei dati raccolti fornirà un quadro delle abitudini di vita delle famiglie che saranno invitate a condurre stili di vita più sobri. A supporto dell’opera di sensibilizzazione verrà diffuso un “manuale di buone pratiche”. Partner tecnico sarà il Wwf.

Articolo di Elena Scarici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x