Giornata di Studio “ETICA, ECONOMIA E AMBIENTE: Abitare la terra con creatività e responsabilità” – Roma 2010

Il 6 febbraio con Greenaccord a Roma si analizza il delicato rapporto tra economia e ambiente ed il ruolo dell’etica. Superare il conflitto tra economia e biosfera, insieme si può. Voci dal mondo accademico, scientifico, ecclesiale e militare con lo S.c.i.c.o. della Guardia di finanza.

Roma, 1 Febbraio 2010 – A Roma il prossimo 6 febbraio un’iniziativa per mantenere l’attenzione sui temi dell’ecosostenibilità nel dopo Copenhagen. “Etica, economia ed ambiente – Abitare la terra con creatività e responsabilità”: questo il tema promosso dall’Associazione Culturale Greenaccord e dai Lions International Distretto 108 L, per la giornata che si terrà il prossimo 6 febbraio presso il Circolo Ufficiali della Guardia di Finanza di “Villa Spada” a Roma con la partecipazione di illustri relatori dal mondo accademico, scientifico, militare ed ecclesiale.

L’economia, attraverso l’esplosione del consumo fine a sé stesso come motore primario del sistema mondiale, si è lasciata dominare dalle regole del mercato, rigidamente utilitaristiche, perdendo di vista la sua funzione sociale: L’espansione del benessere all’intera umanità garantendo altrettante opportunità di benessere all’umanità futura” – dice Andrea Masullo, presidente del Comitato scientifico di Greenaccord – “L’economia ha perso di vista la sua etica fondante che è quella di un responsabile utilizzo delle risorse naturali, rispettandone i tempi di rigenerazione ed una loro equa distribuzione su scala planetaria, mettendo a rischio le sue stesse basi produttive, con l’esaurimento delle risorse non rinnovabili su cui oggi si fonda. L’economia soggiogata al mercato ed alla finanza, ambiti che per loro stessa natura privilegiano la produzione di ricchezza monetaria attraverso la sempre più veloce trasformazione di risorse naturali in beni che, in tempi brevi, devono trasformarsi in scarti per essere sostituiti, ha innescato processi di deterioramento degli ecosistemi tali da mettere a rischio la vita sul pianeta. All’inizio dell’anno dedicato dalle Nazioni Unite alla biodiversità, in questa giornata di studio affrontiamo la necessità di una riscoperta del saldo legame etico che nella storia della nostra civiltà ha sempre legato l’economia e l’ambiente, per superare l’insensato conflitto fra economia e biosfera che sta pesantemente caratterizzando i nostri tempi, innescato da un consumismo sfrenato della parte ricca dell’umanità che contrasta con il crescente numero di persone sotto nutrite che ha ormai superato il miliardo”,conclude Masullo.

L’Associazione Greenaccord e i Lions, attivi entrambi a livello internazionale, hanno voluto dedicare una giornata alla ricerca e all’analisi di come l’economia possa e debba conciliarsi con la salvaguardia dell’ambiente e dell’uomo che lo vive.

Le relazioni, dopo il saluto delle autorità presenti, si apriranno con l’intervento di Andrea Masullo, presidente del Comitato scientifico di Greenaccord, che parlerà di ‘Crisi ambientale e risvolti etici ed economici’. Seguirà monsignor Francesco Coccopalmerio, presidente del Pontificio consiglio per i Testi legislativi, sul tema ‘Etica e Ambiente’. Laura Castellucci, docente di Economia Politica all’università “Tor Vergata” di Roma, relazionerà sulle possibili strade per far convergere ‘Economia e Ambiente’. Dopo una breve pausa, l’intervento del professor Naldo Anselmi, primo vice governatore Lions distretto 108 L, sulle tematiche ambientali nell’impegno dell’associazione. Chiuderà la sessione di lavori l’intervento su ‘Legalità ed Ambiente’ del colonnello Umberto Sirico, comandante dello S.c.i.c.o., il Servizio Centrale di Investigazione sulla Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza.

Comunicati stampa

Abstract

Programma

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x