Greenaccord – Press & Communication Office

Per ulteriori informazioni e richiesta di interviste, contattare Romina Gobbo, responsabile comunicazione: comunicazione@greenaccord.org

AMAZZONIA nei cinema dal 23 Marzo AMAZZONIA nei cinema dal 23 Marzo

Dopo il grande successo ai Festival di Venezia, Toronto e Rio De Janeiro arriva in Italia
IL PRIMO FILM GIRATO INTERAMENTE IN 3D ALL’INTERNO FORESTA AMAZZONICA
per celebrare la Giornata Mondiale della Foresta indetta dall’ONU
Premio Ambiente WWF  – Acquisito da oltre 100 paesi
Un film di Thierry Ragobert
Con la voce narrante di Alessandro Preziosi
“Ragazzi e adulti rimarranno incantati”
Variety
“Un 3D più che spettacolare con accenti da epopea ecologica”
Le Figaro
AMAZZONIA è un’ode alla bellezza e alla biodiversità ispirata alla Foresta Amazzonica e ai suoi paesaggi indomiti e misteriosi che per la prima volta hanno costituito il solo set di un intero film in 3D.
SINOSSI – In seguito a un disastro aereo, la scimmia cappuccino Saï, allevata in cattività, precipita accidentalmente nella natura selvaggia della Foresta Amazzonica. Del tutto impreparata ad affrontare un mondo sconosciuto e pieno di pericoli, la piccola scimmia si ritrova sola e smarrita a fare i conti con la sua improvvisa libertà, priva di qualsiasi aiuto e degli strumenti utili a sopravvivere in un habitat inospitale, dominato da belve selvagge e da una vegetazione  lussureggiante e fittissima.
Saï dovrà trovare il modo per aprirsi un varco nel territorio  apparentemente inaccessibile che ora la circonda e per imparare a proteggersi dalle numerose trappole tese dalla Natura che sembra assediarla. Esplorando timidamente i dintorni alla ricerca di cibo e di un riparo, la scimmietta dovrà confrontarsi con specie animali sconosciute e del tutto imprevedibili….
Presto Saï scoprirà che la sola speranza di sopravvivere è rappresentata dalla capacità di ristabilire il naturale vincolo con Madre Natura, le sue creature e le propri leggi, nel cui solo rispetto si può ambire a vivere in piena armonia col Creato.
“La ferita alla Natura ostacola la Pace”
Papa Bergoglio, Persona dell’Anno 2013
AMAZZONIA è un docufilm fuori dal comune, divertente ed educativo, la cui storia ha per protagonisti non un cast di attori ma un ensemble di animali esotici non addestrati, né si basa su un copione supportato da computer grafica ed effetti speciali ma sulla reale imprevedibilità del comportamento animale, determinato da autentiche esigenze fisiologiche e dal proprio habitat naturale.
Grazie all’implemento della più moderna tecnologia 3D, il regista Thierry Ragobert -a capo di una vasta troupe franco-brasiliana di veterani della documentaristica wildlife-  regala allo spettatore uno straordinario racconto tridimensionale capace di immergerlo nei colori, suoni e odori che animano il Pianeta Verde, offrendo un viaggio di scoperta sensoriale attraverso i paesaggi mozzafiato di questo enorme isotopo, con le sue variopinte creature, le albe e i tramonti, le cascate vertiginose e le nebbie che avvolgono la foresta pluviale. La voce narrante di Alessandro Preziosi punteggia questo eccezionale viaggio al fianco della baby scimmia Saï nel suo percorso attraverso l’ignoto, con la quale si potranno condividere empaticamente la sorpresa e i timori, i pericoli e i successi che le apriranno il varco verso la sopravvivenza e la vera emancipazione.
La storia di AMAZZONIA è tratta dal libro educativo Amazonia, la vie au coeur de la forêt di Johanne Bernard (co-sceneggiatrice), con le immagini del noto fotografo e fine conoscitore dell’area amazzonica Araquém Alcântara (consulente artistico). Le musiche sono firmate dal compositore Bruno Coulais, già candidato all’Oscar e vincitore di importanti riconoscimenti internazionali.
AMAZZONIA 3D IN NUMERI
•         Un set che misura oltre 6.000.000 di kilometri quadrati.
•         Un cast senza precedenti che include 40 scimmie cappuccine, giaguari, delfini rosa, coccodrilli, ragni trapdoor e una famiglia di bradipi; inoltre: un anaconda,  un orso, una lontra, un’aquila, un armadillo, un coati, un boa constrictor.
•         Comparse su scala hollywoodiana: 5.000 specie animali e 40.000 specie di piante.
•         2 anni di sviluppo, ricerca scientifica e stesura.
•         9 mesi di ambientamento per i principali animali utilizzati.
•         18 mesi di riprese nel cuore della Foresta Amazzonica.
•         Una crew di 80 elementi di straordinaria esperienza professionale con progetti su oceani, uccelli migratori, foreste pluviali, in opere come La Volpe e la Bambina, Oceani, Il Popolo Migratore.
•         6 mesi di sperimentazione e sviluppo tecnico su macchine da presa, lenti, equipaggiamento 3D e tutti gli strumenti e i macchinari necessari per filmare l’Amazzonia direttamente in 3D.
DICONO DEL FILM
Thierry Ragobert, Regista: Il nostro è un film “militante”: abbiamoscelto un racconto deliberatamente emotivo, che fosse un potente vettore del nostro obiettivo: stimolare la consapevolezza della minaccia che incombe sull’Amazzonia e dell’ombra del disordine che ciò proietta sul nostro mondo
Isabella Pratesi, Direttore Conservazione Internazionale WWF Italia – Amazzonia aiuta ad avvicinare empaticamente i nostri cuori alle meraviglie dell’Amazzonia. Uun patrimonio inestimabile di natura che rischiamo di perdere per sempre e che insieme, governi, cittadini del mondo e comunità locali, dobbiamo proteggere.
Alberto Barbera, Direttore della Mostra del Cinema di Venezia: Un  viaggio spettacolare nell’Amazzonia incontaminata, esaltato da un uso sorprendente del 3D e dalla magia senza parole di un racconto sospeso fra epopea animalista e documentario fiabesco. Per questo lo abbiamo scelto per chiudere in bellezza la 70^ Mostra del Cinema di Venezia.

The text is available only in Italian

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x